28 Maggio - La mostra di Klimt a Piacenza e la Pinacoteca Ricci Oddi

Programma: ritrovo dei  partecipanti ad Alessandria in Piazza Garibaldi (altezza Banca San Paolo). Orario in definizione (ore 12.30 da riconfermare)

Trasferimento a Piacenza per la visita della mostra e della pinacoteca. Rientro in serata.

L'uomo, l'artista, il suo mondo', una grande mostra dedicata a KLIMT, maestro della secessione viennese, con oltre 160 opere tra dipinti, sculture, grafica, manufatti d'arte decorativa provenienti dal Belvedere Museum di Vienna, dalla Klimt Foundation e da molte altre collezioni pubbliche e private.

Il racconto di uno dei periodi più entusiasmanti della storia dell'arte del primo '900 visto attraverso la vita, il percorso creativo e le collaborazioni di Klimt, vuole festeggiare anche il 'ritorno a casa' del 'Ritratto di signora' (1916-17), dipinto sparito dalla Ricci Oddi nel 1997 e ricomparso fortunosamente nel 2019: l'inchiesta che ipotizzava i reati di furto e ricettazione è stata archiviata dal gip lo scorso novembre.
Non mancherà la visita della prestigiosa Pinacoteca Ricci Oddi.

Giuseppe Ricci Oddi amava l’arte ma odiava mostrarsi in pubblico: così, quando nel 1931 venne inaugurata la Galleria, lui non c’era. Non si prese quindi il giusto riconoscimento per aver prima messo insieme una straordinaria collezione d’arte che aveva donato alla Città e per aver creato anche un magnifico edificio per ospitarla. La collezione raggruppa un nucleo di opere tra Ottocento e Novecento divise in una ventina di sale. Tra le opere dell’Ottocento ci sono “Ritratto d’uomo” di Francesco Hayez del 1834, “La partenza del coscritto” di Girolamo Induno e molti dipinti dei due massimi esponenti piacentini del realismo del secondo Ottocento: Stefano Bruzzi e Francesco Ghittoni. Alcune sale sono interamente dedicate a Fontanesi, Mancini, Bruzzi, agli artisti preferiti di Ricci Oddi. Imperdibili le opere del movimento dei Macchiaioli con dipinti di Fattori, Lega, Signorini, Sarnesi e Abbati. La parte che riguarda il ‘900 raccoglie alcuni lavori di grande rilievo, a partire dal “Ritratto della madre” di Boccioni.

QUOTA di partecipazione :

per minimo 18 pax : € 68,00; per minimo 28 pax : € 58,00; per minimo 35 pax : € 52,00

La quota di partecipazione comprende : Pullman  GT a/r; ingresso alla mostra e alla pinacoteca (visite guidate) come da programma; sistema whisper incluso;  accompagnatore dell’agenzia; La quota di partecipazione non comprende : tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”